Pronto per qualcosa di nuovo? 

Immark si mostra in una nuova veste. Affrontiamo il 2022 rinnovati. Oltre a una nuova immagine visiva, partiremo anche con un nuovo sito Internet chiaro e informativo. Siamo lieti di continuare a offrirvi soluzioni complete nell'ambito dei rottami elettrici ed elettronici. 

Maggiori informazioni

Processi

Processo di riciclaggio

I nostri Servizi

Accettazione delle merci

Lavori manuali

Separare

Materie prime

Vantaggi

Accettazione delle merci
Lavori manuali
Separare
Materie prime
Vantaggi

Da noi la garanzia della qualità e la trasparenza nel flusso dei materiali iniziano con la registrazione esatta del peso all’entrata della merce.

Nella prima fase del lavoro si procede a mano allo smontaggio di componenti contenenti sostanze nocive.

Nell’ambito della rimozione meccanica delle sostanze nocive, i vecchi apparecchi sono frantumati con prudenza durante la prefrantumazione con un impianto a catena rotativo. Il materiale privo di sostanze nocive viene ora ulteriormente lavorato nella separazione fine, dove si separano i metalli e i non metalli.

Nell’industria, il materiale utilizzato dai fabbricanti proviene fino al 70% dal ciclo di riciclaggio. Non sorprende pertanto il fatto che la preparazione dei rifiuti per la loro trasformazione in materie prime di alta qualità sia diventato una risorsa vitale.

Oggigiorno la gestione sostenibile con materiali riciclabili naturali è più importante che mai. Sostenibilità autentica significa che le merci usate sono reimesse nel ciclo dei materiali sotto forma di materie prime secondarie. 
 

I nostri Servizi

Accettazione delle merci

Lavori manuali

Separare

Materie prime

Vantaggi

Accettazione delle merci
Lavori manuali
Separare
Materie prime
Vantaggi

Da noi la garanzia della qualità e la trasparenza nel flusso dei materiali iniziano con la registrazione esatta del peso all’entrata della merce.

Nella prima fase del lavoro si procede a mano allo smontaggio di componenti contenenti sostanze nocive.

Nell’ambito della rimozione meccanica delle sostanze nocive, i vecchi apparecchi sono frantumati con prudenza durante la prefrantumazione con un impianto a catena rotativo. Il materiale privo di sostanze nocive viene ora ulteriormente lavorato nella separazione fine, dove si separano i metalli e i non metalli.

Nell’industria, il materiale utilizzato dai fabbricanti proviene fino al 70% dal ciclo di riciclaggio. Non sorprende pertanto il fatto che la preparazione dei rifiuti per la loro trasformazione in materie prime di alta qualità sia diventato una risorsa vitale.

Oggigiorno la gestione sostenibile con materiali riciclabili naturali è più importante che mai. Sostenibilità autentica significa che le merci usate sono reimesse nel ciclo dei materiali sotto forma di materie prime secondarie. 
 

Un buon inizio: l’accettazione delle merci

Da noi la garanzia della qualità e la trasparenza nel flusso dei materiali iniziano con la registrazione esatta del peso all’entrata della merce. Le merci in entrata sono registrate e pesate sulla pesa collegata al sistema informatico. In tal modo possiamo seguire con precisione il flusso dei materiali. 

Importanti lavori manuali: la scomposizione manuale

Nell’ambito del pre-triage si decide quali apparecchi elettronici ed elettrici devono essere sottoposti a rimozione manuale delle sostanze nocive e quali sono inoltrati direttamente alla lavorazione meccanica. Nella prima fase del lavoro si procede a mano allo smontaggio di componenti contenenti sostanze nocive; tubi catodici, interruttori a levetta contenenti mercurio, lampade fluorescenti tubolari e batterie liquide sono separati dagli apparecchi e smaltiti in modo rispettoso dell'ambiente. Successivamente segue la lavorazione meccanica delle parti.

Cosa resta e cosa no: la lavorazione meccanica

Rimozione meccanica delle sostanze nocive

Nell’ambito della rimozione meccanica delle sostanze nocive, i vecchi apparecchi sono frantumati con prudenza durante la prefrantumazione con un impianto a catena rotativo. In questo processo, i restanti inquinanti come batterie e condensatori perdono l'aderenza ai punti di fissaggio e ai giunti e lasciano quasi intatti l'area dei materiali.

Separazione meccanica

Il materiale privo di sostanze nocive viene ora ulteriormente lavorato nella separazione fine, dove si separano i metalli e i non metalli. La successiva setacciatura crea le premesse necessarie per una separazione efficace di metallo e materia plastica. In tal modo le frazioni in metallo e quelle in plastica tornano nel ciclo dei materiali nella forma più pura possibile.

Materiale prezioso: materie prime

Nell’industria, il materiale utilizzato dai fabbricanti proviene fino al 70% dal ciclo di riciclaggio. Non sorprende pertanto il fatto che la preparazione dei rifiuti per la loro trasformazione in materie prime di alta qualità sia diventato una risorsa vitale.

Dai rifiuti produciamo le seguenti materie prime:

  • Rottami di ferro: sono utilizzati come classico metallo vecchio per la produzione di nuovi prodotti in ferro.
  • Metalli non ferrosi: selezioniamo forme metalliche come alluminio, leghe di stagno, zinco, rame, nichel o metalli preziosi ecc. secondo criteri specifici. Queste frazioni sono utilizzate per la produzione di nuove leghe o di metalli puri nelle moderne acciaierie e fonderie.
  • Vetro: ricaviamo vetro ripulito ad es. dai tubi catodici. La produzione di vetro da vecchi frantumi fa risparmiare materie prime e soprattutto energia, in quanto la miscela di materie prime non deve essere sciolta.
  • Materie plastiche: numerose materie plastiche usate sono un’alternativa a quelle nuove, prodotte con grande dispendio a partire da petrolio greggio. A seconda del tipo, la materia plastica può essere utilizzata in modo diverso: come materiale di fabbricazione, creando nuovi prodotti; come materia prima, rimettendola nel ciclo nei suoi componenti di base gassosi, oppure sotto forma di energia, utilizzando l’energia chimica contenuta nella materia plastica.